Anfora, cemento, botte grande

Scritto da Paolo il 17 agosto 2014 alle 20:11 

Save the date: il prossimo 4 settembre, ore 19 a Mantova, nell’ambito del Festival Letteratura, ci sarà un appuntamento a tema enologico.
Giovanni Bietti,  uno dei degustatori della guida “I Vini d’Italia” de “L’Espresso” ed autore dell’opera in quattro volumi “Vini naturali d’Italia” incontra Eugenio Barbieri, Elisabetta Foradori e Giuseppe Rinaldi per parlare del processo di maturazione del vino, evidenziando le differenze di lavorazione, i pregi e le caratteristiche.festival_mantova1
L’incontro si svolgerà presso la “tenda dei libri”; l’ingresso è libero.
Con degustazione dei vini dei produttori.festival_mantova2

Parole chiave: , , , , ,
Pubblicato in tangenziali e risaie | Commenti (0)


 

Grandine in Borgogna, chi se ne ricorderà?

Scritto da Lamberto il 8 luglio 2014 alle 16:57  (1 commento)

grelebourgogne

 

Molti siti specializzati e non, in questi giorni riportano la notizia invero disastrosa di forti grandinate che prima hanno colpito il bordolese e in questi giorni la Borgogna nelle sue zone più nobili. In molti casi la produzione dell’annata è compromessa e forse anche per la prossima annata in termini di nuovi germogli e potenziali danni al legno. Mi ricordo, ma forse sono uno dei pochi, la devastante grandinata del 2007 in Valpolicella che nelle stime delle associazioni di categoria venne definita come :  “pesante il conto pagato nell’arco di territorio collinare che va da Caprino Veronese sino a Montecchia di Crosara e in altre zone della Valpolicella e della Val d’Alpone dove si stimano perdite sino al 55-60% delle uve destinate all’appassimento e una percentuale di danno attorno al 30-40% del prodotto ottenibile nella zona”. Poi però l’annata 2007 venne considerata dai degustatori solo 3 anni d0po , un’ottima annata tanto che nelle guide e nelle recensioni dei giornali si parla di “circoscritta zona colpida dalla grandinata del 29 agosto a maturità quasi ultimata”.

Oggi sono convinto che chi acquista un Amarone 2007 della zona cosiddetta ” Calssica ” che all’epoca risultò tra le più colpite, non ha memoria di questo evento e della potenziale minore qualità del vino che sta per acquistare.

Questo per dire che fra 6-7 anni quando uscirano certi Cru made in Borgogna quanti di noi ci ricorderemo degli eveneti di questa estate?

Lamberto Tosi

http://www.terredevins.com/actualites/le-vignoble-de-bourgogne-frappe-par-la-grele/

Pubblicato in l'acquabuona e dintorni, newsCiboVino, percezioni (letto visto ascoltato) | Commenti (1)


 

Enovitis in campo: Ci siamo

Scritto da Lamberto il 12 giugno 2014 alle 17:07 

 

La manifestazione “sul campo “più importante in Italia sulle attezzature per la coltivazione della vite si tiene a Azienda Agricola-Ca’ Tron, Roncade (TV) i prossimi 19 e 20 giugno; sarà possibile vedere in esposizione ed in prova direttamente sul campo le migliori macchine agricole per il vigneto. La manifestazione è ormai un punto di riferimento fondamentale per il settore, immancabile per i costruttori di trattori leader mondiali che saranno tutti presenti anche quest’anno.

Il calendario della manifestazione è inoltre fitto d’importanti appuntamenti dedicati agli operatori del settore e non solo.

Imperdibile il Convegno di giovedì 19 alle ore 15: PROSECCO DOC E PROSECCO SUPERIORE DOCG: IL TERRITORIO CHE DIVENTA STILE, un momento in cui istituzioni, rappresentanti del Consorzi di tutela e produttori si incontreranno per fare il punto, tracciare le prospettive del futuro, indicare le urgenze di un fenomeno vanto del made in Italy nel mondo, voce importante della nostra economia. Interverranno tra gli altri Domenico Zonin, nella doppia veste di Presidente Unione Italiana Vini e produttore, e l’Assessore all’Agricoltura della Regione Veneto Franco Manzato.

Uno speciale approfondimento ad alcuni tra i modelli più particolari in mostra sarà dedicato durante le visite guidate organizzate da UIV e Veronafiere con il patrocinio di Federunacoma (Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l’Agricoltura). Referente scientifico del progetto è il Prof. Paolo Balsari, dell’Università di Torino, che con i suoi collaboratori metterà a disposizione competenza tecnica ed esperienza per accompagnare i visitatori alla scoperta di veri e propri gioielli della tecnologia tra irroratrici tradizionali per vigneto, irroratrici con recupero, atomizzatori per vigneto di diverse tipologie, barre per il diserbo in vigneto e spollonatrici chimiche. Due gli appuntamenti in programma: giovedì 19 con i professionisti del settore e venerdì 20 con gli studenti dei corsi di studi attinenti.

Pubblicato in l'acquabuona e dintorni, percezioni (letto visto ascoltato) | Commenti (0)


 

Gli ultimi commenti

Di recente

In archivio

Meta