Pasticciaccio brutto per l’Italia a Vinexpo

Scritto da Riccardo il 24 giugno 2009 alle 1:26

Brutta avventura per la rappresentanza italiana a Vinexpo, in corso si svolgimento, anzi in chiusura proprio oggi. Tale rappresentanza era stata raggruppata quest’anno da una sigla, Italissima. Ne ha parlato in modo esauriente Franco Ziliani, qui, come di una selezione, un po’ arbitraria, del nostro “meglio” vitivinicolo, protagonista di eventi/degustrazioni curate dai due bravi (anche se francesi) Thierry Dessauve e Michel Bettane.

Bene (anzi male), perché come riferisce decanter.com qui, pare che Anna Serio, organizzatrice di eventi per Italissima, abbia avuto uno scontro addirittura fisico con il direttore di marketing di Vinexpo Jean-Francois Ley, con conseguente denuncia alla polizia e cure mediche per problemi ad un polso. L’oggetto dello scontro è stato la scomparsa di sei su otto pallet di vino e cibo destinati ad una degustazione, apparentemene “nascosti” al Palais des Congres, una sezione di Vinexpo prossima al Novotel, luogo deputato per la degustazione. Alla comparsa della polizia, anche i pallet sarebbero ricomparsi.

Nessuna dichiarazione da parte dei responsabili di Vinexpo, ma scintille con la Serio c’erano già state in precedenza.

Aggiornamento del 25/6. Effettivamente, Italissima non era la, o una rappresentanza dell’Italia a Vinexpo, ma, come precisato qui, uno spazio “fuori fiera” ma a ridosso della fiera stessa.

Parole chiave: ,
Pubblicato in newsCiboVino, percezioni (letto visto ascoltato) | Commenti (3)

3 Responses to “Pasticciaccio brutto per l’Italia a Vinexpo”

  1. Fernando Says:

    Leggiamoci il lato positivo: per i vini ( e i cibi) italiani ci si picchiano!

  2. Riccardo Says:

    E vanno… a ruba!

  3. enzo Says:

    permettetemi di dire (per vecchi ricordi di anni fa) che tutto il mondo è paese…..

Leave a Reply

Gli ultimi commenti

Di recente

In archivio

Meta