E’ caduto il cielo in Val Casies

Scritto da Fernando il 1 maggio 2013 alle 15:48

Durnwald_famiglia Mayr_2Apprendo ora ora della scomparsa di un piccolo grande uomo: lo chef altoatesino Eric Mayr, titolare assieme alla moglie Barbara del Ristorante Durnwald, in Val Casies. di cui avevamo scritto qui. Una notizia scioccante, inspiegabile, per un uomo apparentemente nel pieno delle sue forze fisiche e mentali. Una notizia che travolge la piccola comunità della appartata valle altoatesina e getta sconforto nello stuolo di piccoli e grandi vigneron che lo conoscevano di persona, così come nei tanti amici che si era fatto negli anni, e che non mancavano mai di ritornare ai suoi tavoli incantati. Una vitalità straordinaria la sua. Una personalità straordinaria la sua. In fondo, conoscendolo un po’, ho capito che qui da noi fosse solo in prestito. di passaggio: la sua anima, la sua essenza di uomo-folletto, apparteneva di già ai suoi boschi. Ma oggi è caduto il cielo in Val Casies, ed è impossibile trovare parole anche per uno scribacchino incallito come me. Non escono più, evaporano prima del tempo. Non hanno senso. Dico solo che Eric, Barbara e il ristorante Durnwald sono stati l’unica ragione per la quale, per la prima volta in vita mia, si è deciso di tornare in un posto per due anni consecutivi a far la vacanza. Non era mai accaduto. E sempre loro, fra le tante esperienze gastronomiche che mi “tocca” fare, hanno ispirato molto e più di altri la mia voglia di raccontare. Cosa rara.

Però oggi non c’è più cielo in Val Casies. Non c’è più Eric a tenerlo su. Con lui non scompare soltanto un brav’uomo e un valente chef. Scompare il portavoce prezioso di una comunità intera, di una terra intera, di cui ha conservato e tramandato i segni con passione inviolabile, per regalarli ai suoi innumerevoli ospiti, e alle generazioni nuove.

Grazie per l’ospitalità, per i racconti, per i funghi scambiati, per le bottiglie condivise, per aver regalato a quei giorni la parvenza della spensieratezza.

Fernando

Parole chiave: , ,
Pubblicato in l'acquabuona e dintorni | Commenti (5)

5 Responses to “E’ caduto il cielo in Val Casies”

  1. Anna Says:

    Caro Fernando,
    Le sue parole ci hanno veramente colpito…La Sua poesia rende ed esalta la personalità unica del mio caro zio Erich….Voglio ancora ringraziarLa a nome di tutta la famiglia per questa Sua iniziativa…Erich ne sarebbe sicuramente fiero…Anna

  2. Fernando Pardini Says:

    Gentile Anna
    avrei voluto non scrivere niente. Per una volta, non scrivere niente. Eppoi siamo noi ad essere fieri di aver conosciuto Erich. Razza rara di uomo, razza buona. La non conoscenza di una persona così andrebbe ascritta alla categoria degli errori dello spirito.

    un saluto caro
    fernando

  3. nonno Renato Says:

    Lo scritto di Fernando Pardini ,oltre a essere e rimanere un poetico ricordo di Erich mette in rilievo i valori incancellabili che possono nascere da una buona amicizia.Grazie Fernando anche da parte mia.(Sono un orgoglioso nonno acquisito di Anna)

  4. francesco Says:

    Tramite le recensioni di Fernando io e mia moglie abbiamo conosciuto la famiglia Mayr a Ferragosto del 2012. Bella giornata, accoglienza squisita.

    Ho letto solo oggi la notizia e mi associo alle condoglianze; ci rivedremo anche il prossimo ferragosto, con un velo di tristezza ma torneremo a trovarvi.

    Per noi era la prima volta, e siamo grati a Fernando di averci consigliato Durnwald; proprio in questi giorni stiamo preparando la vacanza in Alta Badia e una delle mete è proprio la Val di Casies.

    Alla famiglia le più sincere condoglianze, mie e di mia moglie
    Francesco

    Ps
    Fernando: se giri il mio messaggio alla famiglia, ne sono contento.

  5. giovanni.piagno Says:

    Un folletto pieno di spirito ed iniziativa,tutto famiglia, ristorante e con le su montagne … da scoprire, da gustare, da valorizzare e mostrare con un timido orgoglio agli amici. E quanti ne avevi di amici da persona sana e sincera quale sei stato.
    Ci mancherai, anzi ci sei mancato già da subito perché l’incredulità vive anche nei ricordi di momenti che non si vogliono abbandonare. Da mesi nei nostri cuori, nelle nostre menti vivono le chiacchierate fatte su una panchina in alta montagna con la solita riserva con cui brindare in mano. Per non parlare del più bel anniversario di matrimonio che ci avete regalato tu ed il tuo grande amico Peter De Poli. E per finire i dopocena in ristorante, quando ancora vestito da chef, e stanco per la giornata, ti fermavi comunque al nostro tavolo per raccontare aneddoti o ricordi di fatti passati, di scene d’infanzia centellinando qualche grappa particolare o l’ultima creazione in fatto di dolci.
    Ciao Eric, come è stato scritto “è caduto il cielo in Val Casies” ma si è subito aggiunta una stella nel cielo unico che è quello della Val Casies.
    Basta distendersi su uno dei prati della valle e osservando il cielo ti vedremmo lassù sorridente mentre guardi e scendi nei tuoi boschi con il solito sorriso, buonumore e dinamismo. Proprio come un vero folletto che allieta le notti della Val Casies e i cuori di chi ti porterà sempre nel cuore con se.
    Grazie Eric per quello che hai fatto, che ci hai dato e che ci hai insegnato.
    Tiziana e Giovanni

Leave a Reply

Gli ultimi commenti

Di recente

In archivio

Meta